Seleziona una pagina

Sai che non avere un Piano Pensionistico integrativo equivale a prendere ogni anno il portafoglio, estrarre qualche bel verdone e lanciarlo dentro alla stufa?

Eppure, nel 2017 appena il 18% dei lavoratori aderiva ad un piano pensionistico. Ad oggi, la situazione non è cambiata di molto.

So che ora ti chiederai come sia possibile che non avere un piano pensione ti faccia perdere soldi.
Ora ci arriviamo.
Quando parlo di pensioni complementari ai miei clienti, le risposte che ricevo solitamente sono queste:

  • Eh ma non mi fido delle assicurazioni…”
  • Ma chissà poi quando rivedo i soldi..”
  • “Ma è ancora presto per pensarci…”

Le prime due risposte le posso capire guardando il penoso panorama assicurativo italiano, fatto di compagnie assicurative che si scannano nella guerra dei prezzi, nelle quali lavorano assicuratori che per portare a casa la pagnotta rafferma sono costretti ad essere trasparenti come lastre di marmo.

Ma sentirmi dire che “è ancora presto presto per pensarci” mi manda decisamente in bestia.
Vecchio, se ti dico un modo per risparmiare soldi oltre che costruirti una pensione che si sommi a quei quattro denari che prenderai quando sarà il momento di appendere il martello pneumatico al chiodo (o il computer, o qualsiasi strumento tu usi per produrre), pensi che sia meglio iniziare subito?
O intendi continuare ad aprire lo sportello della stufa ancora per molto?

Perché non è “presto per pensarci” e cosa devi fare ORA

Durante il mio lavoro nelle assicurazioni, mi è capitato di parlare con molti lavoratori che, pur essendo persone straordinarie, non avevano la minima idea né della loro situazione economica né del loro futuro.
Mi spiego meglio: conoscevano l’ammontare dello stipendio che arrivava a fine mese. Punto.
Quante tasse paghi? E che ne so? Pensione? Quando?

Perché invece è importante che tu conosca al centesimo il tuo RAL (Reddito Annuo Lordo)?

Conoscere il tuo RAL è fondamentale, perché da lì possiamo iniziare a ragionare su quanto puoi effettivamente risparmiare.
Hai presente come funziona il sistema di tassazione in Italia? Se lo conosci, partiamo già avvantaggiati.
Se invece hai bisogno di una rinfrescata, tranquillo che ora te lo spiego brevemente io.

Il sistema prevede una tassazione crescente in base a diverse fasce di RAL. In soldoni, più guadagni, più paghi.

ScaglioneFascia di redditoAliquotaTassazione
10 – 15.000€
23%23% sulla parte eccedente la No Tax Area
215.001 – 28.000€27%3.450€ + 27% sulla parte eccedente i 15.000€
328.001 – 55.000€38%6.960€ + 38% sulla parte eccedente i 28.000€
455.001 – 75.000€41%17.220€ + 41% sulla parte eccedente i 55.000€
5Più di 75.000€ 43%25.420€ + 43% sulla parte eccedente i 75.000€

Insomma, se il tuo Reddito Annuo Lordo è di 30.000€, ti trovi nello scaglione 3 e per calcolare ciò che paghi, facciamo questo calcolo:
Tassazione = 6.960€ + il 38% sulla parte eccedente i 28.000€ =
= 6.960€ + 38% di (30.000€ – 28.000€) =
= 6.960€ + 38% di 2.000€ =
= 6.960€ + 760€ = 7.720€.

Quindi, su 30.000 €, 7.720€ saltano. Puff. Spariti.

Ok Andrea, ma cosa cambia se metto dei soldi in una Pensione integrativa?

E’ presto detto: di tutto ciò che noi versiamo nel nostro piano pensionistico, fino a 5164€ vengono dedotti dal nostro RAL.
Quindi rifacciamoci all’esempio di prima.
Abbiamo un RAL di 30.000€, ma questa volta versiamo ogni anno 5.000€ nel nostro piano pensione (giusto per fare i conti semplici).
Con la deduzione, il nostro RAL ammonta ora a 25.000€ e ci troviamo quindi nello Scaglione 2.

ScaglioneFascia di redditoAliquotaTassazione
10 – 15.000€
23%23% sulla parte eccedente la No Tax Area
215.001 – 28.000€27%3.450€ + 27% sulla parte eccedente i 15.000€
328.001 – 55.000€38%6.960€ + 38% sulla parte eccedente i 28.000€
455.001 – 75.000€41%17.220€ + 41% sulla parte eccedente i 55.000€
5Più di 75.000€ 43%25.420€ + 43% sulla parte eccedente i 75.000€

Rifacciamo il calcolo, seguendo quindi la regola dello Scaglione 2:

Tassazione = 3.450€ + 27% sulla parte eccedente i 15.000€ =
= 3.450€ + 27% di (25.000€ – 15.000€) =
= 3.450€ + 27% di 10.000€ =
= 3.450€ + 2.700€ = 6.150€.

Rispetto a metterti i 5.000€ a marcire in un conto corrente, li hai messi in un fondo pensione e hai risparmiato la bellezza di ( 7.720€ – 6.150€ ) = 1.570€!
Non è corretto da dire ma passami il concetto: idealmente, con un “investimento” di 5.000€ ogni anno hai guadagnato 1.570€. Si può quindi dire che il tuo investimento ha una rendita garantita superiore al 30%, ogni anno!

Prova a fare questo giochetto adattandolo al tuo caso e a calcolare quanto risparmieresti.
Poi vedi tu se è ancora “troppo presto per pensarci” o se è il caso che inizi ad investire nel tuo futuro, che in questo caso ti da benefici immediati.

PS. Nel valutare un Piano pensione, puoi rivolgerti ad un assicuratore della tua zona, che probabilmente più che il tuo interesse fa il suo, oppure puoi prendere la questione seriamente e rivolgerti a Protezione Futuro. In caso, puoi contattarmi qui.

A presto!
Andrea